Roma, 19 Marzo 2007

 


Incontro conferenza Stato-Regioni, Anci, Upi su legge di riordino della polizia locale

 

Si è tenuta il giorno 15 marzo presso la sede della Regione Liguria in Roma, Piazza Madama, un iniziativa di confronto sul testo di Riforma per la Polizia Locale elaborato da ANCI UPI Regioni e sottoscritto da diversi Parlamentari nell’attuale legislatura.

La FPCGIL ha colto l’occasione per chiedere l’accelerazione di un percorso che impedisca il passare della Legislatura, senza che i lavoratori possano vedere realizzato un coerente assetto giuridico ed i cittadini un servizio pubblico capace di intercettarne bisogni ed istanze di vivibilità.

In tale sede, si sottolineata la necessità che il sistema delle autonomie sostenga l’urgenza del processo di riordino in maniera da contribuire alla sensibilizzazione, vera e non elettorale, del quadro politico ai temi di questo importante settore delle politiche integrate di sicurezza urbana.

Nell’attuale situazione, si riscontra una inaccettabile sovraesposizione dei lavoratori ed una “interpretazione”del ruolo che sta producendo dicotomie ed un pericoloso fai da te istituzionale.

Non ultimo, il gravissimo episodio di violazione contrattuale in atto nel comune di Reggio Calabria dove si è dato corso all’utilizzo del lavoro interinale nel Corpo di Polizia Municipale ciò, anche in forza di una circolare del Ministero del Lavoro della quale abbiamo chiesto e chiediamo con forza la sostanziale modifica.

Le conseguenze di questo vuoto giuridico e di provvedimenti quale quello su citato le pagano i lavoratori e la qualità del servizio offerto ai cittadini.

Si è, infine, proceduto a rappresentare la propria disponibilità ad ogni iniziativa che traguardi verso l’obiettivo della riforma, chiarendo che per la FP sono centrali i punti dell’ ordine del giorno approvato da delegate e delegati al termine della V assemblea nazionale della Polizia Locale tenutasi in Roma il 2 febbraio u.s.