NEWS

In data 23 luglio è stata inviata una lettera unitaria al Ministro dell’Interno, all’ANCI ed alla Agenzia dei Segretari Comunali in ordine alla richiesta di apertura di un  confronto volto a definire  il ruolo e la figura del Segretario nell’ambito del più ampio processo di riforma del Titolo V della Costituzione.

Ciò per battere i sempre più frequenti tentativi di ridimensionamento del ruolo di questa  figura professionale da parte delle singole Amministrazioni, spesso con provvedimenti  del tutto illegittimi ed inaccettabili, come nel caso emblematico del Comune di Castel di Tora  e quello più recente del Comune di Lauro che  ha reso facoltativa la figura del segretario comunale in occasione della modifica dello Statuto Comunale.

 


 

                                                                           Roma, 23 luglio 2002

                                              

-     Al Ministro dell’Interno 

-     Al Presidente dell’Agenzia Nazionale
per la Gestione dell’Albo dei Segretari
Comunali e Provinciali
 

-     All’ ANCI

        - Loro Sedi -

  

Oggetto: Segretari Comunali 

Le scriventi Organizzazioni Sindacali,  considerato il processo di attuazione del titolo V  della Costituzione, ed i conseguenti riflessi in merito al ruolo ed alle funzioni del Segretario Comunale, ritengono necessario che venga attivato al più presto un tavolo di confronto che definisca con chiarezza la figura insostituibile del Segretario Comunale onde evitare inutili contenziosi e l’adozione di provvedimenti del tutto illegittimi ed inaccettabili, che ne ridimensionano la figura, da parte delle Amministrazioni comunali.

Al contrario è assolutamente indispensabile, nell’attuale fase, ribadire con forza il ruolo dei segretari comunali che svolgono funzioni fondamentali di carattere ordinamentale strettamente connesse al corretto funzionamento degli Organi di Governo e dell’intero assetto istituzionale  delle Autonomie.         

A tale fine, le scriventi OO.SS. chiedono una immediata convocazione per l’esame delle  seguenti problematiche: 

- linee di indirizzo per l’attuazione del titolo V della Costituzione, con riguardo al ruolo  ed alle funzioni della figura del Segretario Comunale e della dirigenza tutta, quale necessario snodo dell’ intera riforma; 

- ruolo e funzionamento dell’Agenzia e della  SSPAL, per la quale ultima appare necessaria una ridefinizione dell’assetto funzionale organizzativo che tenda, in un’ottica di maggiore collegialità dei soggetti interessati, a valorizzare la figura e la professionalità  dei segretari comunali e dell’intera dirigenza nel processo di modernizzazione in atto  della Pubblica Amministrazione Locale. 

Tali problematiche di ampio raggio devono necessariamente essere accompagnate dall’ immediata ripresa di un corretto quadro di relazioni sindacali che veda tra le sue priorità:

la riattivazione della contrattazione decentrata nazionale con l’Agenzia;

- l’immediata definizione dell’intera problematica dell’ istituto della mobilità di ufficio con il Dipartimento della Funzione Pubblica, con particolare riferimento al primo contingente di segretari che ha già superato i quattro anni di disponibilità;

- l’avvio di una nuova stagione contrattuale che renda omogeneo l’assetto generale della dirigenza pubblica.

             Distinti saluti. 

          FP  CGIL                                   CISL  FPS                                UIL  FPL-ANSAL
            Pagliarini                                        Alia                                          Fiordaliso 

                        

                                                                                   Roma, 23 luglio 2002 

Al Sindaco del Comune di Lauro – AV 

             Al Consiglio Comunale
             del Comune di Lauro - AV 

              e p.c.    Al Prefetto di Avellino 

             Al Ministero dell’Interno

                               - Loro Sedi -

 

Oggetto: Comune di Lauro , modifica dello Statuto Comunale.

 

 Le scriventi Organizzazioni Sindacali hanno preso visione della deliberazione del Consiglio Comunale di codesto Comune adottata nella seduta del 9 luglio u.s., con la quale in particolare, all’art. 89, viene resa facoltativa la figura del Segretario Comunale. 

Sul punto si fa rilevare come il provvedimento è del tutto illegittimo in relazione all’attuale quadro ordinamentale e alle recenti pronunzie del TAR Lazio (ordin.4066 e 4123 dell’11.07.02) in merito ad analogo provvedimento assunto  dal Consiglio Comunale del Comune di Castel di Tora. 

Nel richiamare tutte le argomentazioni assunte a fondamento dei ricorsi nonché la motivazione stessa dei provvedimenti giurisdizionali, si chiede l’immediato annullamento in regime di autotutela del provvedimento in questione. 

Il Ministero dell’Interno, che legge per conoscenza, è invitato in caso di inerzia dell’Amministrazione Comunale di Lauro, ad attivare le procedure di annullamento straordinario previste dall’art. 138 del T.U.E.L.  

Le scriventi OO.SS. si riservano altresì tutte le azioni necessarie a tutela delle posizioni giuridiche lese dal provvedimento surrichiamato. 

            Distinti saluti. 

 

          FP  CGIL                                   CISL  FPS                                UIL  FPL-ANSAL
            Pagliarini                                        Alia                                          Fiordaliso