Roma 15/12/05

 

                                                                           Al dott. Giancarlo Gabbianelli
                                                                           Presidente del Comitato di settore
Regioni AA.LL.

                                                                                                                             Al Presidente ARAN

                                                                           Al Presidente ANCI
                                     
                                                                           Al Presidente UPI

                                                                           Al Presidente CONFERENZA
PRESIDENTI REGIONI

                                                                                                                      LORO SEDI

 

Oggetto: CCNL AREA DIRIGENZA 2002/05 BIENNIO ECONOMICO 2002/03
 

          E’ pervenuta alle scriventi organizzazioni sindacali la  notizia che nei prossimi giorni verranno ufficialmente comunicate da parte della Corte dei Conti le motivazioni della mancata  certificazione del CCNL 2002-2005 della dirigenza degli Enti Locali; una decisione che risulta incomprensibile alla luce dei semplici aggiustamenti formali che erano stati recentemente richiesti dalla stessa Corte. 

         Appare evidente che questa determinazione della Corte dei Conti inserisce ulteriori elementi di difficoltà in una  stagione di rinnovi contrattuali difficile e complessa,  che al momento, non riesce a trovare soluzione a causa dei comportamenti che disconoscono il ruolo del lavoro pubblico sia in termini economici che di valore professionale. 

         In particolare, per quanto riguarda la dirigenza degli enti locali, è evidente che la non sottoscrizione di un contratto scaduto da quattro anni rappresenterebbe, in maniera esplicita l’ennesima inaccettabile provocazione volta a mortificare la fondamentale funzione della  dirigenza pubblica degli enti locali ed accentuare il ricorso alle consulenze esterne ed una dirigenza a contratto privato subalterna del potere politico. 

         Per questo motivo, chiediamo al Comitato di Settore di avvalersi delle previsioni del Dlgs. 165 ed autorizzare l’ARAN a sottoscrivere comunque l’accordo.

         Si comunica infine, sin da ora, che decisioni diverse del Comitato di Settore comporteranno inevitabilmente il ricorso a decise forme di lotta.

Le Segreterie Nazionali
 

FP CGIL
Podda
CISL FPS
Tarelli
UIL FPL
Fiordaliso