Roma, lì 21 febbraio  2006  

                                                                          Al Presidente del Consiglio dei Ministri
                                                                                   On.le Silvio Berlusconi
                                                                                   Presidenza del Consiglio dei Ministri
                                                                                   Palazzo Chigi

                                                                                                                                  ROMA  

 

Oggetto: Legge finanziaria e Indennità di trasferta

 

Egregio Signor Presidente, 

le scriventi Segreterie Nazionali intendono segnalare che i tagli operati con la finanziaria 2006 alle capacità di spesa delle pubbliche amministrazioni, nonché le modifiche apportate con la stessa, ai commi  213 e 214,  al trattamento  dell’indennità di trasferta. dei dipendenti pubblici, stanno producendo in tutti i Comparti del Pubblico Impiego il fermo d’ importanti attività  svolte dal personale utilizzato nei servizi esterni .

Ciò attraverso un intervento di natura legislativa, su di una  materia  demandata, in maniera  esclusiva ai CCNL di lavoro, i cui effetti non sono il risparmio sul minor costo delle spese di gestione delle indennità di trasferta, bensì la sottrazione di risorse contrattuali destinate ai lavoratori, che in sede di confronto sindacale si è deciso di utilizzare per finanziare tali attività .

       Molte Amministrazioni, a seguito di questo provvedimento, hanno già operato  il blocco totale di tutte le trasferte e le missioni, con la conseguente  sospensione d’importanti attività  riguardanti  la difesa  ed il controllo ambientale , la prevenzione  sanitaria,  la vigilanza sulle imprese e degli insediamenti industriali, la sorveglianza del rispetto dei vincoli urbanistici, le attività di protezione  dei beni ambientali ed artistici, e  le attività di vigilanza da parte della polizia locale.

Per  tutte queste ragioni, al fine di evitare l’ulteriore protrarsi degli effetti negativi di questa norma per attività di  fondamentale importanza per lo Stato ed i cittadini, le scriventi Segreterie Nazionali, chiedono un autorevole intervento della SV volto ad annullare gli effetti della disposizione in questione, deliberando altrimenti , così come è stato fatto  con decreto successivo alla Finanziaria,  per il personale militare e della polizia di Stato,

Distinti saluti. 

LE SEGRETERIE NAZIONALI 

CGIL FP                       CISL FPS                             UIL FPL                   UIL PA
           Podda                            Tarelli                               Fiordaliso                   Bosco

 

 

                                                   


Roma, lì 21 febbraio  2006   

                                                                          Al Presidente dell’ARAN
                                                                                   Avv. Fantoni
                                                                                   Via del Corso 476
                                                                                   ROMA                                                            

 

Oggetto: Legge finanziaria e Indennità di trasferta 

 

Egregio Avv.Fantoni, 

le scriventi Segreterie Nazionali chiedono una urgente convocazione per l’apertura delle trattative nei Comparti Pubblici, ai sensi delle disposizioni contenute nel Dlgs 165/2001, al fine di determinare il nuovo utilizzo delle risorse  contrattuali destinate dai vigenti CCNL al finanziamento delle indennità di  trasferta  e missione che la legge 266 del 2005 ( finanziaria 2006),ai commi 213 e 214, ha soppresso, riportando gl’importi ai valori determinati dalla tabella A della  legge  n.863 del 1973 per i dipendenti statali. 

Distinti saluti. 

CGIL FP                       CISL FPS                             UIL FPL                   UIL PA
          Podda                            Tarelli                                Fiordaliso                  Bosco