Gli Esecutivi Unitari di FP CGIL, FPS CISL ed UIL FPL, riuniti a Roma l'11 febbraio 2003 per valutare gli esiti della consultazione, tra i lavoratori e le lavoratrici del Comparto delle Regioni e delle AA.LL, sulla piattaforma per il rinnovo del CCNL 2002-2005, riportati nei documenti di sintesi prodotti unitariamente al livello Regionale.

Prendono atto


del giudizio favorevole espresso dalla stragrande maggioranza dei lavoratori sulla piattaforma rivendicativa e sul suo carattere di "vertenza complessiva" , volto non solo a dare risposta alle rivendicazioni contrattuali ma anche di legare queste alle problematiche che investono il mondo delle Autonomie Locali a seguito delle recenti leggi sul decentramento amministrativo e le modifiche al titolo V della Costituzione, in direzione di un rafforzamento delle istituzioni pubbliche locali che favorisca lo sviluppo sociale dei territori, potenziando la rete dei servizi locali a supporto del welfare solidaristico.

Condividono


L'azione di sensibilizzazione che su queste tematiche le segreterie nazionali hanno fin qui sviluppato attraverso incontri con i diversi interlocutori istituzionali titolari del potere d'iniziativa, a partire dalla richiesta di apertura di un tavolo triangolare Governo,Associazione degli Enti ed Organizzazioni Sindacali nel quale determinare le condizioni di un atto d'indirizzo attento e rispettoso dei processi di riforma avviati e delle esigenze dei lavoratori poste in piattaforma.

Impegnano


Le segreterie Nazionali, sulla scorta della forte adesione riscontrata alla ipotesi di piattaforma presentata ed allo sciopero del 13.12.2002, ad attuare tutte le iniziative necessarie ed utili per sbloccare l'attuale stato d'incertezza sull'avvio della trattativa creando le condizioni per un immediato avvio del confronto ed una rapida conclusione dello stesso nel rispetto dei principi contenuti nella rivendicazione contrattuale.

Gli Esecutivi, ferma restando la valenza complessiva della vertenza, danno mandato alle Segreterie Nazionali di valutare, in relazione all'andamento del confronto negoziale, i tempi di realizzazione della stessa.

Roma, 11 febbraio 2003