DICHIARAZIONE DI GIANNI PAGLIARINI
SEGRETARIO NAZIONALE FP CGIL
Riparte il confronto per il Contratto Nazionale delle Regioni - Enti Locali


Dopo il deludente avvio delle trattative per il rinnovo del Contratto nazionale delle Autonomie Locali e la proclamazione dello stato di agitazione del comparto, registriamo un primo significativo passo in avanti.

Il Comitato di Settore del comparto Regioni Enti Locali, nei giorni scorsi ha predisposto una specifica nota di chiarimento ed interpretazione della propria direttiva: direttiva che , come è noto, assieme alla piattaforma rivendicativa rappresenta la base per l’apertura del negoziato.

I chiarimenti e le interpretazioni del Comitato di settore riguardano i principali temi, oggetto di controversia tra i sindacati e le controparti, come il salario, la classificazione del personale e, più in generale, la parte normativa del contratto.

Queste novità ci consentono di riprendere il confronto all’Aran, martedì 14 ottobre. In quella sede la delegazione FP CGIL si batterà con forza per giungere il più rapidamente possibile alla conclusione della trattativa con un accordo di qualità, coerente con l’impostazione della piattaforma rivendicativa unitaria.

A tal fine la Funzione Pubblica CGIL considera fondamentale l’attenzione e il sostegno delle lavoratrici e dei lavoratori del comparto, che potrà esprimersi anche attraverso l’impegno delle Rsu a premere sull’Aran per rafforzare l’operato della delegazione che tratta.

E’ ovvio che lo sviluppo della trattativa sarà oggetto di costante informazione tra la delegazione che tratta e le strutture regionali e territoriali della Funzione Pubblica, come è altrettanto ovvio che l’ultima parola spetterà comunque alle assemblee dei lavoratori.

 

Roma, 9 ottobre 2003

 

.