In 200 mila sotto il sole per difendere il contratto nazionale e la qualità dei servizi

Pienamente riuscito lo sciopero proclamato da CGIL, CISL e UIL il 27 giugno 2003, al quale ha aderito anche la CISAL, per rivendicare il diritto al rinnovo contrattuale, alla rivalutazione dei salari, alla difesa e qualificazione dei servizi pubblici.

L'adesione allo sciopero è stata dell'80% sull'intero territorio nazionale.

In 200 mila, con delegazioni pervenute da tutta Italia, hanno dato vita alla manifestazione più imponente nella storia del Pubblico Impiego.

Il Governo è avvisato, la lotta continua, fino al raggiungimento del nostro obiettivo: sottoscrivere un Contratto di qualità, in grado di tutelare il potere d'acquisto, di valorizzare il lavoro pubblico, di difendere e qualificare i servizi erogati ai cittadini.

Foto Sciopero 27/6/2003