pagina aggiornata al 08/09/2006

archivio back

Segretari Comunali e Provinciali:  siglato il 19 dicembre il contratto collettivo nazionale integrativo   (23.12.2002)    
Testo dell'accordo e comunicato unitario     
FICEI:  siglato il CCNL per i Concorzi e gli Enti di Industrializzazione  2002 - 2005 - Comunicato e contratto - (20.12.2002)   
Limiti accesso carriera dei Segretari Comunali   (07.10.2002)    
Vertenza Infanzia
Comunicato FP CGIL -  CGIL Scuola          Linee Guida FP CGIL 
 
(24.09.2002)   
Richiesta di incontro unitaria all'Agenzia dei Segretari Comunali   (24.09.2002)      
Richiesta d’incontro inoltrata al sindaco di Firenze, Dominaci, Presidente dell’ANCI riguardo la recente sentenza della Corte Costituzionale sui concorsi    (04.09.2002)          
Ennesimo tentativo di controriforma della scuola  (30.07.2002)      
Segretari Comunali: NEWS  (23.07.2002)       
Comunicazione:  Vertenza Infanzia  (18.07.2002)      
Segretari Comunali: iniziative unitarie per riforma Titolo V° Costituzione e rinnovo CCNL
Comunicato              Richiesta Unitaria 
 
(03.07.2002) 
Coordinamento Educatrici ed Educatori nidi e scuole materne   (03.07.2002)       
Autonomie Locali: approvata  piattaforma per il rinnovo del CCNL 2002-2005 Comunicato stampa di G. Pagliarini segretario nazionale Fp Cgil -       odg unitario    (02.07.2002) 
Autonomie Locali:   Accordo interpretazione con Aran - Ordinanza Tribunale di Torino e interpretazioni Tribunale di Trapani e Savona     (28.06.2002)      
Autonomie Locali: Convegno "Infanzia e Diritti" - bologna 22 giugno - promosso da Cgil Scuola e Fp Cgil - nota di Gianguido Santucci - Comparto AALL Fp Cgil nazionale (testi di relazioni ed interventi)  
le immagini
Autonomie Locali: la piattaforma per il rinnovo del CCNL 2002-2005 
Riforma Polizia Locale:  il Sindacato unitariamente chiede al Governo un incontro per chiarire tempi e merito della riforma della polizia locale        (24.05.2002)
Accordi firmati all'ARAN sui minimi di servizio della Dirigenza e del Comparto Regioni - Autonomie Locali, nonche' Verbali di non accordo con l'Aran su alcune interpretazioni CCNL    (08.05.2002)
Siglato il 2° biennio economico CCNL Federculture     (23.04.2002)
Norme di garanzia del funzionamento dei servizi pubblici essenziali
Comparto AA.LL.
       (17.04.2002)
Interpretazione Aran CCNL Dirigenza Autonomie Locali Bienno 2000-2001  sottoscritto il 12.2.2002   (03.04.2002)

 

Richiesta d’incontro inoltrata al sindaco di Firenze, Dominaci, Presidente dell’ANCI riguardo la recente sentenza della Corte Costituzionale sui concorsi

 

Le segreterie FP CGIL-CISL FPS-UIL FPL  informano la SV che sono pervenute alle scriventi segnalazioni riguardanti l’intenzione di alcuni di Comuni di rimettere in discussione i contratti integrativi già stipulati, per la parte riguardante la valorizzazione delle professionalità, in base ad  una giuridicamente improponibile  e non  condivisibile estensione  degli effetti della recente sentenza della Corte Costituzionale, in merito alle   procedure concorsuali legate  a specifiche norme di legge anche alla disciplina contrattuale del Comparto

In ragione di ciò si chiede un incontro urgente con la SV  al fine di conoscere i provvedimenti che l’ANCI vorrà adottare al fine di restituire in questi Comuni la certezza del diritto  che scaturisce dalle disposizioni dei CCNL; del  capo I, titolo II del libro V del Codice Civile e dalle leggi sui rapporti di lavoro subordinato nell’impresa, fatta eccezione per le disposizioni contenute nel dlgs 165/2001, che regolano i rapporti di lavoro dei dipendenti del Sistema delle Autonomie Locali.

Roma, 04.09.2002

 

 

Richiesta unitaria incontro

Roma, 9 luglio 2002

All'Agenzia Autonoma
per la gestione dell'Albo
dei Segretari Comunali
e Provinciali
Via del Tritone, 125
00187 R O M A


Le scriventi Organizzazioni Sindacali chiedono l'immediato riavvio della contrattazione sindacale decentrata sulla base della piattaforma unitaria presentata al precedente Consiglio di Amministrazione.

La trattativa è urgente anche per chiarire in quella sede modalità e condizioni per la partecipazione ai vari corsi di specializzazione tuttora in corso.

L'incontro sarà inoltre occasione per avviare costruttivi confronti fra il Consiglio di Amministrazione recentemente insediato ed i rappresentanti sindacali.

Distinti saluti.

FP-CGIL                                  CISL - FPS                                     UIL-FPL ANSAL
(Pagliarini)                                    (Alia)                                             (Fiordaliso)


Segretari Comunali e Provinciali

Si è tenuta lo scorso 9 luglio una riunione unitaria con CISL e UIL di categoria per una prima valutazione degli effetti del processo d'attuazione della riforma del titolo V. Parte II della Costituzione sugli assetti delle Autonomie Locali ed in particolare sulla figura del Segretario Comunale.
La FP CGIL, con posizione pienamente condivisa dalle altre Organizzazioni Confederali, , si è espressa per un deciso rilancio delle relazioni sindacali ed istituzionali sul tema del rafforzamento delle funzioni e del ruolo del Segretario Comunale, ritenendo strategica una maggiore puntualizzazione del ruolo e delle funzioni che dovrà svolgere questa categoria di lavoratori nelle Amministrazioni degli Enti Locali in conseguenza dei cambiamenti introdotti dall'attuazione del processo federalista nel nostro paese.
A tale fine verranno richiesti tavoli di concertazione in tutte le sedi, prime fra tutte l'Agenzia Nazionale dei Segretari Comunali ed il Dipartimento della Funzione Pubblica, interessate dal confronto politico-istituzionale, sul tema della rivisitazione del Testo Unico sull'ordinamento degli enti locali che, come noto, il Disegno di Legge c.d. La Loggia demanda ad un apposito disegno di legge delega.
Si è altresì costituito un gruppo di lavoro per affrontare i temi in discussione, in particolare il rinnovo del CCNL nonché la riforma del TUEL per la parte che riguarda i segretari comunali, al fine di elaborare una comune piattaforma rivendicativa da avanzare in tutte le sedi di confronto; inoltre si è richiesto all'Agenzia dei Segretari Comunali la ripresa delle trattative inerenti alla contrattazione decentrata nazionale, anche al fine di chiarire tutte le questioni connesse alla partecipazione ai corsi di formazione, non ultima quella relativa al superamento dei limiti percentuali indicati al primo comma dell'art.14 del D.P.R. n.465/1997.


 

Coordinamento Educatrici ed Educatori nidi e scuole materne

Si terrà a Roma il prossimo 3 settembre, presso il Centro Nazionale, "una riunione del Gruppo di Lavoro Nazionale delle Educatrici e degli Educatori dei nidi e delle scuole materne gestite dagli Enti Locali, per lanciare nel paese una "vertenza" che riproponga con forza il ruolo e la missione della scuola pubblica (statale e comunale) a fronte del progetto Governativo di un suo ridimensionamento con tagli agli organici ed ai finanziamenti, nonché di riforma dei cicli.

Ciò d'intesa con il sindacato CGIL Scuola, nel solco di quanto assunto nel corso del recente convegno tenutosi a Bologna sul tema "Diritti ed Infanzia

3 giugno 2002

AALL: APPROVATA PIATTAFORMA RINNOVO CCNL 2002-2005  COMUNICATO STAMPA DI GIOVANNI PAGLIARINI SEGRETARIO NAZIONALE FP CGIL

Oggi 2 luglio 2002, a Roma, gli Esecutivi Nazionali della FP CGIL, FPS CISL, FPL UIL hanno approvato la piattaforma per il rinnovo del CCNL 2002-2005 del Comparto-Regioni-Autonomie Locali.

Si tratta della prima piattaforma relativa ai rinnovi contrattuali del Pubblico Impiego approvata unitariamente e consegnata alla consultazione delle lavoratrici e dei lavoratori che si concluderà alla fine di Settembre.

L'approvazione unitaria è un significativo segnale che pur nell'ormai consumata differenziazione delle posizioni di CGIL, CISL, UIL sulle questioni del mercato del lavoro è ancora possibile l'unità nei rinnovi contrattuali.

La piattaforma si pone l'obiettivo generale di difendere i diritti ed il valore del lavoro pubblico nel sistema delle Autonomie Locali.
Elementi significativi della piattaforma sono:

· La valorizzazione delle risorse umane e professionali ed il controllo dei processi in atto nel mondo delle autonomie locali partendo dall'applicazione in tutte le sue parti dell'accordo Governo Sindacato del 4 febbraio 2002.

· Il mantenimento dell'attuale assetto delle relazioni sindacali e la riaffermazione della centralità del contratto nazionale.

· La priorità della questione salariale, prevedendo l'utilizzo della quasi totalità delle risorse previste dall'accordo del 4 febbraio 2002, che prevede incrementi del 5,56%, per garantire nel Contratto Nazionale la reale tutela del potere d'acquisto e prevedendo il reperimento di risorse aggiuntive per superare il differenziale negativo che oggi si registra tra le retribuzioni delle lavoratrici e dei lavoratori delle Autonomie Locali e quelle degli altri comparti pubblici.

· Il contrasto ai fenomeni di esternalizzazione e privatizzazione, in particolare nei servizi alla persona.

· La conferma dell'attuale sistema di classificazione professionale realizzandolo in tutte le sue potenzialità.

La consultazione tenendo presente il periodo estivo durerà tre mesi e la volontà delle lavoratrici e dei lavoratori sarà debitamente registrata non escludendo là dove ci saranno le condizioni, la possibilità dell'uso dell'istituto referendario.

Roma, 2 luglio 2002

 

Roma, lì 24 giugno 2002

Autonomie Locali: Convegno "Infanzia e Diritti" 22 giugno - promosso da Cgil Scuola e Fp Cgil

nota di Gianguido Santucci - Comparto AALL Fp Cgil nazionale 


Lo scorso 22 giugno si è tenuta a Bologna una folta e partecipata iniziativa promossa dalla CGIL Scuola e dalla FP CGIL sul tema "Infanzia e Diritti", alla luce delle intenzioni del Governo di portare al più presto in Parlamento una legge delega sulla scuola che rischia di stravolgere l'intero assetto dei cicli educativi, e che non risparmia la scuola dell'infanzia.

In particolare per quanto attiene il taglio dei finanziamenti e degli organici alle scuole pubbliche e l'idea di abbassare l'attuale limite d'età per l'ammissione alla scuola materna ed elementare.
Tutto ciò comporta gravissime conseguenze sulla qualità del servizio e costituisce un'evidente lesione del diritto dei bambini ad un percorso di crescita in un contesto formativo in grado di svilupparne le potenzialità cognitive e relazionali, e tale da non procurare dannosi disequilibri tra competenze creative e razionalità fin dai primi anni del percorso educativo.

E' stato pertanto netto il NO di tutto il convegno all'intero pacchetto proposto dal Governo, ed all'idea di intendere il nido come un servizio a domanda individuale dove parcheggiare il proprio bambino (come ad es. il nido aziendale) invece di un servizio educativo nel quale il bambino inizia la propria crescita formativa come individuo e cittadino fino al termine del percorso scolastico.
In ragione di ciò è emersa con forza una comune convinzione di avviare al più presto una forte iniziativa CGIL volta a ribadire in tutte le sedi la nostra idea di scuola pubblica (statale e comunale) a difesa e sostegno dei diritti dell'infanzia, ad iniziare dai tavoli di confronto aperti in sede locale per i patti territoriali della scuola.

Per questo motivo, al fine di dare continuità alle cose dette nel corso dell'iniziativa di Bologna, nel corso del prossimo mese di luglio e prima della pausa estiva, convocheremo un attivo degli operatori scolastici della FP CGIL sul merito delle iniziative politiche e delle vertenze che avvieremo, d'intesa con la CGIL scuola, dal prossimo mese di settembre.


Autonomie locali: La piattaFORMA PER IL RINNOVO DEL CCNL 2002-2005

Le Segreterie nazionali di FP CGIL - FPS CISL - FPL UIL hanno licenziato la Piattaforma per il rinnovo del Contratto Nazionale di Lavoro delle Autonomie Locali 2002 - 2005.

La Piattaforma sarà portata, a breve,  alla consultazione dei lavoratori attraverso un percorso che prevede:

  • verifiche e discussioni di singola organizzazione fino al 1° luglio
  • per il 2 luglio alle 10, la convocazione degli organismi unitari a Roma, presso l'Hotel Massimo D'Azeglio (Via Cavour) per discutere e varare la piattaforma, avviando la consultazione tra lavoratrici e lavoratori
  • dal 3 luglio fino a tutto settembre 2002, la consultazione unitaria diffusa e capillare con registrazione del consenso, secondo modalità definite territorialmente.

Al termine di tale percorso, è prevista un'ulteriore convocazione degli organismi unitari nazionali per la sintesi finale.

10.6.2002

 

Protocollo n.199/U 2002

Roma, 17/04/2002


Alle Segreterie Regionali FP CGIL

Alle Segreterie Territoriali FP CGIL

LORO SEDI


Oggetto: norme di garanzia del funzionamento dei servizi pubblici essenziali
Comparto AA.LL.


Cari compagni,

oggi abbiamo sottoscritto l'ipotesi di accordo sui servizi pubblici essenziali.
Nel merito dell'accordo va sottolineato che, a differenza della normativa precedente, spetta alla trattativa di 2° livello esclusivamente la definizione dei contingenti di personale idonei a garantire i servizi essenziali che sono già esaustivamete identificati nell'accordo nazionale.
Inoltre sono stati meglio definiti i servizi essenziali eliminandone alcuni non propriamente essenziali presenti nel precedente accordo e chiarite le attività del servizio di Polizia Municipale per evitare che nei giorni di sciopero fossero garantiti servizi non assicurati in via ordinaria.
Per il personale educativo e scolastico l'accordo ripropone le norme già definite dal comparto scuola e, non prevede tra i servizi essenziali da garantire il servizio di mensa.

p. il Comparto AA.LL. FP CGIL Nazionale
(Patrizia Di Berto)

 

CGIL FP CISL FPS UIL FPL

Protocollo n.180/U 2002
Roma, 29 marzo 2002

ALLE STRUTTURE TERRITORIALI
CGIL CISL UIL AA.LL:

Loro Sedi

E p.c. all'ARAN
All'attenzione del Dott. Rucco.


L'ARAN, rispondendo ad un quesito di un ente locale, con un parere del 7 marzo 2002 interpreta in modo del tutto inaccettabile alcuni punti del CCNL Dirigenza Autonomie Locali -Biennio 2000-2001 sottoscritto il 12.2.2002.

La sostanza del ragionamento sviluppato dell'ARAN è questa: dopo la determinazione al 1.9.2001 del nuovo tabellare in Euro 36.151,98 (Lire 70.000.000) non sarebbe automatico che il minimo della retribuzione di posizione sia riportato a Euro 8779,77 (Lire 17.000.000) così come previsto dall'art 27 del CCNL del 23.12.1999. Come è noto il problema nasce dal riassorbimento nel tabellare della cifra di Euro 3.356,97 (Lire 6.500.000) a partire dal 1 settembre 2002.

Questa interpretazione va respinta con decisione perché stravolge sia il contenuto letterale del contratto che l'impostazione comunemente assunta durante la trattativa per il contratto nazionale.
E'inoltre estremamente grave che l'ARAN tenti, con un'interpretazione unilaterale, di cambiare le carte in tavola e di manomettere parte dell'impianto contrattuale. Ed è altrettanto evidente che un'impostazione simile non potrà mai trovare conferma in sede di interpretazione autentica del CCNL svolta dalle parti secondo le procedure previste.

Il riposizionamento del minimo della posizione di retribuzione a Euro 8779,77 (Lire 17.000.000), a partire dal 2 settembre 2002, è un automatismo contrattuale che non necessita di alcun passaggio in sede di contrattazione decentrata.
Invitiamo tutte le strutture sindacali a fare in modo che il parere dell'ARAN venga contestato e respinto in quanto privo di valore oltre a non essere, ovviamente, condiviso nel merito.
Altrettanto invitiamo a respingere fortemente ogni utilizzo che venga effettuato del parere ARAN in sede di contrattazione decentrata.

Fraterni saluti

CGIL FP CISL FPS UIL FPL
Franzoni Alia Fiordaliso

  
 .