INTESA FONDO 2002 DIPENDENTI AGENZIA DEI SEGRETARI COMUNALI E PROVINCIALI
 

 

In data odierna si è conclusa la trattativa per il fondo dei dipendenti dell'Agenzia dei Segretari Comunali e Provinciali relativa al 2002.
Ciò significa che con la prossima riunione, prevista per il 16 d'aprile, potremo finalmente affrontare nodi importanti quali l'organizzazione territoriale dell'Agenzia, con la definizione delle piante organiche e dei relativi fabbisogni, alla luce di un processo di riorganizzazione non più eludibile a cinque anni di distanza dalla nascita della stessa.
E', infatti, necessario uscire definitivamente dallo stato di provvisorietà per affrontare i problemi che investono l'Agenzia anche alla luce dei nuovi compiti che questa dovrà assolvere nel prossimo futuro in conseguenza dei cambiamenti prodotti dal nuovo Titolo V della Costituzione.
L'accordo del 2002, a differenza dell'anno precedente si contraddistingue per l'aver identificato un percorso di trasparenza nella distribuzione e ripartizione delle risorse, in particolare per quanto attiene il sistema indennitario, nonostante i numerosi tentativi di riproporre anche per il 2002 l'accordo dell'anno precedente.
L'aumento di oltre un terzo del personale, fra comandato e personale a tempo determinato, ha inciso sulla media pro-capite del fondo di produttività dell'anno precedente; ciò nonostante, attraverso il riequilibrio dei parametri, siamo riusciti a contenere tale abbassamento vicino ai valori erogati nel 2001, valori, che è bene ricordare, sono assi elevati rispetto la media del Comparto delle Autonomie Locali.
E' evidente che l'insieme delle risorse destinate al Fondo di Produttività per il corrente anno 2003 dovranno in buona parte essere destinate al finanziamento dei precorsi professionali dei dipendenti, una volta chiariti gli obiettivi e le finalità dell'azione amministrativa dell'Agenzia.
Si tratta, infatti, di costruire nelle prossime settimane una nuova organizzazione del lavoro nella quale ogni dipendente dovrà avere certezza dei propri compiti e responsabilità, delle prospettive di sviluppo professionale ed economico sulla base di un progetto d'attività che dovrà essere contrattato con il sindacato.
A tale proposito è positivo il fatto che la prossima riunione s'inizierà la discussione con una disamina delle problematiche delle sedi , a partire da quella di Milano, con una verifica del personale in attività, ivi compresi i segretari in disponibilità.
Con la riserva di ulteriori comunicazioni al riguardo

Roma, 18 marzo 2003