Costituzione coordinamenti regionali  Segretari comunali e provinciali

            Nel ribadire l’importanza strategica che riveste per la FP CGIL la categoria dei segretari comunali e provinciali, alla vigilia di importanti appuntamenti quali il  rinnovo del contratto e l’avvio degli incontri  presso il Ministero dell’Interno per aggiornare il DPR 465 del 97, relativo all’ordinamento dei segretari comunali e provinciali, ed il Dlgs 267/2000 alla luce delle novità introdotte dalle modifiche di legge al Titolo V della Costituzione in tema di Federalismo,  è necessario che tutte le iniziative che assumeremo, da oggi in poi, per rilanciare l’indispensabilità del ruolo del segretario comunale e provinciale nel nuovo sistema delle Autonomie   abbiano la condivisione ed il sostegno visibile dei lavoratori di questa categoria.

Ciò sarà possibile se verrà data una nuova e maggiore attenzione, da parte del sindacato nei territori, alle problematiche dei segretari comunali e provinciali che, in questo particolare momento di duro scontro politico sui temi del Federalismo e sul futuro delle Autonomie Locali, devono rimanere assolutamente legate alle problematiche  della  dirigenza e dei restanti lavoratori delle Autonomie Locali.

Pur consapevoli che le  particolari peculiarità di questa categoria, per sua natura frammentata individualmente nelle diverse realtà aziendali, spesso in ambiti territoriali molto vasti, hanno impedito una efficacia azione di sostegno sindacale a questi lavoratori, alla luce delle esigenze sopra rappresentate,  riteniamo necessario costruire in tempi rapidi un gruppo di lavoro nazionale nel quale siano rappresentate le diverse realtà comprensoriali.

            Tale soluzione consente di rilanciare con forza, ed in maniera omogenea in tutto il territorio nazionale, l’iniziativa sindacale della CGIL per questi lavoratori, favorendo altresì   una maggiore circolazione delle informazioni inerenti la dirigenza delle Autonomie Locali anche  attraverso un più efficace utilizzo  della specifica pagina  nel sito internet della FP nazionale.

            L’invito che facciamo pertanto a tutte le strutture  è quello di provvedere alla costituzione di gruppi di lavoro regionale, nonché di designare un referente per garantire gli essenziali contatti  tra il Centro Nazionale ed i singoli territori rispetto alle decisioni che man mano assumeremo nei confronti di questa categoria di lavoratori.