CONTRATTAZIONE  DECENTRATA  NAZIONALE  DEI  SEGRETARI COMUNALI

 

 

Nella giornata del 22 ottobre 2002, si è tenuto presso l'Agenzia Nazionale un primo confronto in merito alla contrattazione decentrata nazionale.

Nel corso dell'incontro, le Organizzazioni Sindacali hanno rappresentato la situazione di disagio in cui versa la Categoria, chiedendo con forza la sollecita definizione di un accordo che dia risposte chiare e soddisfacenti alle esigenze dei Segretari comunali e provinciali consentendo di dare piena attuazione al nuovo sistema delineato dal contratto collettivo nazionale, di avviare la nuova stagione contrattuale e di concentrare l'azione comune sulle nuove sfide che la Categoria si trova ad affrontare. In particolare si è rilevata la necessità di definire attraverso norme pattizie la posizione lavorativa dei segretari che prestano servizio in convenzioni.

Analoghe precise risposte di garanzia sono state avanzate per i partecipanti al corso-concorso per l'accesso in carriera, rispetto ai quali si registra una situazione di incertezza e precarietà in merito al possibile ed effettivo impiego presso gli enti.

La delegazione trattante dell'Agenzia, raccogliendo le sollecitazioni del sindacato, ha formalizzato l'avvio delle procedure di concertazione sulle problematiche poste dalle scriventi, già in precedenza, quali: la mobilità d'ufficio, l'abolizione della percentuale stabilita per l'iscrizione alla fascia A e B, la riclassificazione delle segreterie a seguito di incremento demografico e successiva diminuzione di numero di abitanti nonché la riclassificazione a seguito di stipula di convenzione, l'esame della situazione determinatasi a seguito della delibera n. 276/2001.

Le parti, sul merito, nel rappresentare ognuna le proprie posizioni, hanno convenuto sull'urgenza di risolvere prioritariamente la questioni relative all'abolizione della percentuale per l'iscrizione in fascia A e B, anche in considerazione dell'immminente definizione dei corsi SEFA e SPES III, nonché la situazione determinatasi a seguito della deliberazione n.276/2001, impegnandosi a rivedersi il prossimo mercoledì 6 novembre 2002 per continuare la trattativa anche in merito alle materie oggetto di contrattazione decentrata.

Roma, 23 ottobre 2002