Roma, 04 Aprile 2007 

 

                                                                       Alle Segreterie Regionali Fp Cgil
                                                                       Alle Segreterie Territoriali Fp Cgil

 

            Care compagne e cari compagni, 

si è svolto ieri l’incontro per il rinnovo del CCNL dei segretari comunali e provinciali; il clima della riunione, a differenza di quella del mattino nella quale si è firmato il CCNL della dirigenza per gli anni 2004/05, si è caratterizzato per la totale assenza di contenuti: emblematico il fatto che a distanza di sei anni dalla scadenza contrattuale ancora non siamo in presenza di un testo.

            L’incontro, probabilmente convocato con il solo scopo di tentare di depotenziare la legittima attesa dei segretari e con essa  lo sciopero (le cui procedure sono state avviate),  si è svolto in modo confuso, a tratti kafkiano, senza una logica ed una linearità che pure  nei precedenti incontri era stata ricercata ed in qualche modo trovata.

            La FP CGIL ha posto con forza la necessità di trovare velocemente le condizioni di chiusura del contratto che, considerato il ritardo e l’evoluzione normativa, si deve caratterizzare per allineare per quanto possibile il tabellare dei segretari con quello dei dirigenti.

            Riteniamo tale scelta in qualche modo obbligata, sia perché non è possibile lasciare una categoria di lavoratrici e di lavoratori per così tanto tempo senza strumenti di recupero del potere di acquisto delle retribuzioni, sia perché qualora il cosiddetto codice delle autonomie fosse portato a termine si correrebbe il rischio di vanificare o ridurre il ruolo e la funzione del segretario offrendo a coloro i quali non ne vogliono riconoscere la figura un ulteriore strumento di pressione.

            La FP CGIL inoltre ha espresso la netta contrarietà alla proposta di procrastinare nel tempo la definizione del contratto sia perché ritiene che sia un ulteriore pretesto per allungare i tempi, sia perché ci potremmo trovare nella bagarre delle trattative del nuovo contratto, correndo così il rischio di posticipare ulteriormente i tempi.

            L’incontro si è concluso con un nulla di fatto; per tale motivo la FP CGIL ha espresso la necessità di arrivare alla definizione di uno sciopero specifico dei segretari comunali e provinciali, da effettuarsi naturalmente dopo quello del 16 aprile, al quale i segretari comunali devono partecipare dando un importante contributo alla sua riuscita.

            Sarà quindi nostra cura contattare le altre sigle sindacali per concordare la data dello sciopero. Vi terremo informati degli sviluppi della vertenza.

             Fraterni saluti. 

              p. il Coordinamento                                                       p. La Segreteria FP CGIL
                 (V. Musacchio)                                                                    (A. Crispi)