FUNZIONE PUBBLICA

Roma 31 gennaio 2006
 

                                                                                              Alla Presidenza del Consiglio dei Ministri 

                                                                                              Al Ministero dell’Interno 

e.p.c.                          ANCI

                                                                                              UPI

                                                                                              Conferenza delle Regioni

                                                                                                                                            Loro Sedi 

 

Oggetto: D.P.C.M. assunzioni a tempo indeterminato Comparto Regioni – Autonomie Locali

 

Le Scriventi OO.SS. denunciano gli inaccettabili ritardi nell’adozione dei DPCM, previsti dal comma 95 dell’art. 1 della Legge finanziaria 2005, necessari per consentire agli enti del Comparto in regola con il patto di stabilità, di procedere alle assunzioni di personale a tempo indeterminato.

            Si rappresenta che l’accordo in sede di Conferenza Unificata che ha fissato i limiti di spesa per le assunzioni a tempo indeterminato nelle Regioni e negli enti locali nel triennio 2005-2007, preliminare all’adozione dei DPCM, è stato approvato ormai dal mese di novembre 2005.

Si sottolinea ancora una volta la grave situazione derivante dal blocco delle assunzioni, a cui si aggiungono i pesanti tagli di spesa previsti dalla Finanziaria 2006 che stanno paralizzando gli enti incidendo negativamente sull’efficienza e la qualità dei servizi resi alla cittadinanza.

Auspichiamo inoltre che i contenuti dei DPCM siano coerenti a quanto affermato recentemente dalla Corte Costituzionale con la sentenza n. 390/2004. 

Distinti saluti.
 

Le Segreterie Nazionali
 
CGIL FP
Pagliarini
CISL FP
Alia
UIL FPL
Fiordaliso